English version

Il convegno musicale

(1964-1965)

Scheda introduttiva di Flavia Ingrosso

Il convegno musicale«Il convegno musicale. Rassegna trimestrale» esce per la prima volta nel 1964. Come si legge nell’introduzione al numero inaugurale, l’intento è quello di «offrire con puntualità una serie di articoli il più possibile interessanti e vari nella scelta dell’argomento» e di essere «una rivista seria, aperta a quanti coltivano l’interesse per gli studi musicali, nati per lo più da una ricerca d’interpretazione chiara e precisa». Il periodico – recita ancora la dichiarazione d’intenti – avrebbe lottato «contro l’arido provincialismo culturale, evitando anche un tono divulgativo» e si sarebbe avvalso «di nuove forze intellettuali, specialmente di giovani studiosi italiani e stranieri». Pubblicato a Torino dalla Bottega d’Erasmo nel 1964 e dallo stesso direttore Giacomo Alessandro Caula nel 1965 (quando cessa di esistere) e uscito in tre volumi nel primo anno (n. 1, 2, 3-4; 26x18 cm) e in due volumi nel secondo e ultimo (n. 1-2, 29x21 cm; n. 3-4, 31x22 cm), «Il convegno musicale» prevede articoli dedicati in particolare alla musica dei secoli XVI-XX e firmati da musicologi quali Giacomo Alessandro Caula, Giorgio Pestelli, Antonio De Bernardi, Sergio Martinotti, Francesco Degrada, Carlo Delfrati, Armando  Gentilucci, ecc., e rubriche di recensioni bibliografiche e discografiche.

 

Ti informiamo che questo sito fa uso di cookie. Puoi leggere l'informativa estesa cliccando su 'Informativa Cookie'.
Chiudendo questo messaggio o procedendo nella navigazione su questo sito acconsenti all'uso dei cookie.

Informativa Cookie Chiudi Messaggio